Circuito elettrico di ripezione di mosquito

Gli antiparassitari, quali bobine, matte, vaporizzatori liquidi e creme, sono spesso utilizzati in vari contesti. Sono tuttavia potenzialmente fatali e possono causare danni agli esseri umani. Le creme e gli oli repelenti dei mosquitosi, ad esempio, possono avere effetti negativi sulla pelle, come reazioni allergiche. Quando si riscalda, bobine e matte possono emettere gas tossici che possono causare problemi respiratori, mentre i vaporizzatori liquidi possono emettere anche gas.

Il principio di un circuito ripellente di mosquito

Gli esseri umani possono sentire frequenze sonora comprese tra 20 Hz e 20 kHz. Il sonoro ultrasonico è definito come qualsiasi frequenza superiore a 20 kHz. Diversi animali, tra cui gatti, cani, insetti e moschitosi, possono sentire questo sonido ultrasonico. Questa caratteristica è attribuita alla presenza di strutture sensorie nelle antenne di moschito.

I moschetti maschi trasmettono tipicamente ultrasonografia, che le moschere femmine ricevono ecografia. Tuttavia, le mousti femminili evitano generalmente l’ ultrasonografia dopo la riproduzione, e questo fatto può essere utilizzato per produrre ultrasonografia in una gamma simile a quella prodotta dalle mousti maschili e per ripulire le moschee. L’ ultrasonografia provoca stress sulle antenne delle zanzare, respingendole.



Componenti richiesti
Timer 555
Condensatore elettrolitico di 0,01 micro Farad
Un condensatore in ceramica di 0,01 micro Farad
Una resistenza di 760 Ohm
Un’altra resistenza di 1,5 K
Pezzo-buzzer
Un switch SPS
Batteria a 5 V
Progettazione di circuiti repellenti di mosquito:
L’idea fondamentale alla base dello sviluppo del circuito è produrre ecografia utilizzando un pulsante. Un circuito oscillante alimenta il pulsante. In questo esempio, il circuito degli oscillatori è un circuito multivibratore astabile basato sul timer 555.

Il circuito deve essere progettato come un circuito multivibratore astabile. In generale, la frequenza del segnale di uscita di un multivibratore astabile 555 è indicata da:

1.44(Ra+Rb*2)*C) F

Ra è il valore di resistenza tra il pino 7 e il Vcc, Rb è il valore di resistenza tra i pini 7 e 6, e C è il valore di condensatore tra il pino 6 e il suolo.

Lasciamo che C sia pari a 0,01 microFarad.

F = 38 kHz

Assumere il ciclo di servizio, D = 60%. (Non è possibile ottenere 555 timer per produrre un segnale con una probabilità del 50 per cento.)

Questo dà,
Ra = 1.44(2D-1)/(F*C)
E Rb=1.44(1-D)/(F*C)
Sostituendo i valori di C, F e D, si ottime
Ra = 0,758 K Ohm, vale a dire 758 Ohms e Rb = 1,52 K Ohms
Possiamo quindi utilizzare una resistenza di 760 Ohm e un’altra resistenza di 1,5 K. Qui si usa un potenziometro di 1,5 K.
Teoria dietro il circuito:
Un multivibratore è un circuito elettronico che produce un segnale di uscita pulsato. Generalmente i multivibratori sono classificati in base alla natura della stabilità della produzione.
Un multivibratore con uno stato stabile è noto come multivibratore monostabile ed è utilizzato come generatore di polso.
Un multivibratore senza stato stabile è noto come multivibratore astabile ed è utilizzato come oscillatore.
Un multivibratore con due stati stabili è noto come multivibratore bistabile ed è utilizzato come Trigger Schmitt.
Funzione di circuito repellente di mosquito
Quando l’interruptore è chiuso, il contatore 555 riceve energia. Secondo il circuito interno, la tensione del condensatore sarà inizialmente zero, e quindi la tensione alla soglia e i piccioni di attivazione saranno zero. Mentre il condensatore si carica attraverso i resistenti Ra e Rb, la tensione alla soglia del pin scende al di sotto della tensione del condensatore ad un certo punto. Questo cambia la data di uscita del contatore. Il condensatore comincia ora a scaricare attraverso la resistenza Rb, ossia il pin di scarico, e continua a scaricare fino a quando la tensione di uscita non ritorna al suo valore originario. Di conseguenza, il segnale di uscita ha una frequenza di 38 KHz. La produzione di questo circuito multivibratore astabile alimenta un buzzer piezzo di 38 KHz, che genera ecografia ad intervalli regolari. A seconda del valore del potentiometro, anche la frequenza di uscita può essere variata.
Applicazioni di circuito ripetuto di mosquito
Come già detto, questo circuito può essere usato come ritrattatore di moschetti. Il circuito può anche essere utilizzato come anti-insetti modificando lievemente i valori dei resistenti e dei condensatori. Può anche fungere da semplice circuito di allarme a pulsante.
Limitazioni dei circuiti ripetuti di mosquito
E’ necessaria una grande frequenza di regolazione.
I segnali ultrasonici si spostano ad un angolo di 45 gradi dalla fonte. In caso di ostacoli nel percorso, i segnali vengono riflessi o deviati.
Dimostra un effetto per la minore popolazione di moschari.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *