L’aggiornamento software di Ethereum alla blockchain, chiamato Shapella, permetterà agli investitori di riscattare il loro ether “staked”, ovvero le monete che hanno depositato e bloccato sulla rete negli ultimi tre anni in cambio di interessi, sbloccando così più di 33 miliardi di dollari di ether. Secondo i dati di Dune Analytics, il 15% di tutti gli ether è bloccato, per un valore totale di mercato di 33,73 miliardi di dollari.

La settimana successiva alla rivoluzione della blockchain, fino a 1,1 milioni di ether saranno pronti per il ritiro, per un valore di quasi 2 miliardi di dollari. Gli investitori sono ansiosi di capire come questa improvvisa ventata di ether potrebbe incidere sui prezzi, ma è difficile giudicare, ha detto Robert Quartly-Janeiro, chief strategy officer del crypto exchange Bitrue.

Alcune parti del mercato sono preoccupate che lo sblocco delle monete in staking possa portare a massicce vendite, che potrebbero far scendere rapidamente i prezzi. Tuttavia, solo circa il 29% di tutti gli ether staked per volume è attualmente in profitto in dollari, il che significherebbe che la maggior parte sarebbe venduta in perdita.

Shapella segna la fine di una lunga attesa per gli investitori che avevano scelto di depositare ether in cambio di un rendimento da quando il progetto di staking era iniziato nel 2020. Fino all’aggiornamento previsto questa settimana, gli investitori che cercavano di stakare monete dovevano depositare un minimo di 32 ether alla volta, per un periodo indefinito.

Dopo l’aggiornamento, l’ether staked non sarà più bloccato sulla blockchain, quindi gli investitori potrebbero essere più disposti a stakare monete. Secondo Bundeep Rangar, CEO della società di investimenti blockchain Fineqia International, “è probabile che a lungo termine la quantità di ether staked aumenterà, soprattutto in confronto alla percentuale di offerta staked per altri asset digitali come Solana, Mathic e Ada”.

Saranno soprattutto le istituzioni che hanno atteso pazientemente che quest’ultimo pezzo del puzzle fosse messo in posizione a entrare nel mercato dopo i cambiamenti apportati da Shapella, ha detto Sreejith Das, CEO di Attestant, l’azienda che facilita lo staking di ether.

I valori di mercato dei token di progetti come Lido Finance e Rocket Pool, che forniscono liquidità per lo staking di criptovalute, sono saliti quasi sei volte a 2 miliardi di dollari e quattro volte a 875 milioni di dollari rispettivamente quest’anno, secondo CoinMarketCap, in previsione di ulteriori incrementi.

L’aggiornamento Merge effettuato l’anno scorso ha aperto la strada a questo sviluppo, abbandonando il mining ad alta intensità energetica e passando a un sistema “proof-of-stake” in cui i proprietari di ether bloccano 32 monete per verificare le nuove registrazioni sulla blockchain, guadagnando nuovi ether oltre alle loro monete “staked”.

In Other News Around the World:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *